La Legge di Bilancio 2020 è stata approvata in via definitiva. Vediamo quali sono le principali misure per la casa.

Accorpamento Imu-Tasi

Dal 2020, via al tributo per i servizi indivisibili, con un accorpamento di fatto tra IMU e TASI. La disciplina ricalca quella precedente dell’Imu con un’aliquota di base pari allo 0,86 che i Comuni possono aumentare fino all’1,06% o diminuire fino a 0. Il termine per la presentazione della dichiarazione IMU torna al 30 giugno.

Aumento plusvalenza immobiliare

Aumento dal 20 al 26% dell’imposta sostitutiva applicabile alle plusvalenze immobiliari per acquisti o costruzioni da non più di cinque anni.

Monitoraggio strutturale degli immobili

Istituito un credito d’imposta per l’acquisizione e la predisposizione di sistemi di monitoraggio strutturale continuo degli immobili con l’obiettivo di aumentarne la sicurezza. Un decreto del Mef, da adottare entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge di bilancio 2020, dovrà definire le modalità attuative.

Sconto in fattura ecobonus

Istituito dal decreto crescita, lo sconto in fattura per gli interventi assoggettati all’ecobonus, al sismabonus e all’installazione di impianti fotovoltaici, viene ridotto ai soli interventi di ristrutturazione di primo livello, eseguiti sulle parti comuni degli edifici condominiali, con un importo pari ad almeno 200mila euro.
La proroga  dell’ecobonus è fino al 31 dicembre 2020.  Le percentuali di detrabilità cambieranno a seconda della tipologia di lavori effettuati (dal 50 al 65% per gli interventi sui singoli edifici), mentre per i condomini si arriverà fino all’80%.
Il Bonus ristrutturazioni viene prorogato anch’esso fino al 31 dicembre del 2020. Si tratta di interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, mentre la manutenzione ordinaria è ammessa solo per i lavori condominiali.

Detrazioni casa 2020

Nella finanziaria 2020 vengono prorogate le detrazioni per la casa del bonus ristrutturazioni, ecobonus, sismabonus e bonus mobili. Nel milleproroghe arriva il bonus verde, mentre fa il suo debutto ufficiale il nuovissimo bonus facciate.

Cedolare secca per il canone concordato

Viene stabilizzata l’aliquota agevolata del 10% della cedolare secca per le locazioni abitative a canone concordato nei comuni ad alta densità abitativa.

Deducibilità Imu legge di bilancio 2020

Confermata la deducibilità IMU al 50% dal reddito d’impresa o da lavoro autonomo per gli immobili strumentali. Stesso ragionamento per le imposte IMI e IMIS relative alle province autonome di Bolzano e Trento.

Bonus Facciate 2020

Sicuramente la più importante novità riguarda il bonus facciate 2020. Si tratta di una detrazione del 90% per gli interventi finalizzati al recupero o al restauro della facciata esterna degli edifici, ma solo nel caso in cui si siano ubicati in zona A (centri storici) e zona B (totalmente o parzialmente edificate).

Bonus mobili anche nel 2020

Anche nel 2020 tornerà il Bonus Mobili. Si tratta della proroga della detrazione del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici in classe A + (A per i forni) effettuate nel 2020. Gli acquisti devono essere finalizzati ad arredare un immobile oggetto di lavori di ristrutturazione.